Studio Bellan

Contributo a Fondo...

Contributo a Fondo Perduto attività Centri Storici

Contributo a Fondo Perduto attività Centri Storici

16 nov, 20

Studio Bellan

Letto 103 volte

A partire dal 18 novembre e fino al 14 gennaio 2021 sarà possibile richiedere il contributo a fondo perduto per gli esercenti dei centri storici dei comuni capoluogo di provincia o di città metropolitana colpiti dal calo dei turisti stranieri causato dell’emergenza Covid-19, previsto dall'art. 59 del Decreto Agosto n. 104/2020.
L'Agenzia delle Entrate con Provvedimento del 12 novembre 2020 n. 352471 ha pubblicato il Modello di istanza con le relative istruzioni, i termini e le modalità di presentazione dell’istanza, che dovrà essere predisposta in modalità elettronica esclusivamente mediante un servizio web disponibile nell’area riservata del portale “Fatture e Corrispettivi” del sito dell’Agenzia delle entrate e trasmessa direttamente, da parte dei soggetti richiedenti abilitati ai servizi telematici dell’Agenzia, o tramite un intermediario delegato al servizio “Cassetto fiscale” o al servizio di “Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici”.


Questi i dati da indicare nell'istanza:

  • il codice fiscale del soggetto, persona fisicao persona non fisica, che richiede il contributo;
  • il codice fiscale del legale rappresentante del soggetto che richiede il contributo, nei casi in cui quest’ultimo sia diverso dalla persona fisica ovvero nel caso in cui il soggetto richiedente sia minore o interdetto;
  • nel caso in cui il soggetto richiedente sia un erede che prosegue l’attività di un soggetto deceduto, il codice fiscale del de cuius;
  • l’indicazione se i ricavi o compensi dell’anno 2019 sono inferiori o uguali a 400.000 euro, sono superiori a 400.000 euro e fino a 1 milione di euro oppure sono superiori a1 milione di euro 
  • l’indicazione se il soggetto richiedente ha iniziato l’attività a partire dal 1° luglio 2019;
  • l'indicazione se il soggetto richiedente esercita le attività secondo le previsioni del comma 1 dell’articolo 59 del decreto;
  • l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi riferitoaimesidi giugno 2020 e giugno 2019, degli esercizi di cui al comma 1 dell’articolo 59 del decreto, realizzati nelle zone A dei comuni di cui al medesimo comma 1, nonché il codice catastale dei predetti comuni;
  • l’IBAN del conto corrente intestato al soggetto richiedente il contributo;
  • la firma e la data di sottoscrizione dell’istanza;
  • il codice fiscale dell’eventuale soggetto incaricato della trasmissione telematica dell’istanza.

 

In caso di errore è possibile inviare una nuova istanza in sostituzione della domanda precedentemente trasmessa. L’ultima istanza trasmessa nel periodo tra il 18 novembre 2020 e il 14 gennaio 2021 sostituisce tutte quelle precedentemente inviate per le quali non è stato già eseguito il mandato di pagamento del contributo.

È possibile, inoltre, presentare una rinuncia all’istanza precedentemente trasmessa, che sarà valutata come una rinuncia totale al contributo. La rinuncia può essere trasmessa anche oltre la scadenza del 14 gennaio 2021 e può essere presentata da un intermediario abilitato.

Clicca il link qui sotto per  la richiesta del contributo a fondo perduto per i centri storici.

https://www.money.it/IMG/pdf/entrate_istanza_centri_storici_mod.pdf